Nastri a trasferimento termico

Tra i sistemi di stampa digitale, il trasferimento termico su etichetta si distingue per qualità di stampa

La coprenza del colore, il contrasto cromatico e l’elevata risoluzione, garantiscono la leggibilità dei codici a barre, assicurando, anche per i codici di piccole dimensioni, risultati superiori al getto di inchiostro/cera di ultima generazione.

Grazie all’ampia gamma di nastri è possibile selezionare il pigmento idoneo alle esigenze di stampa e compatibile con il materiale dell’etichetta; in base ad un progetto adeguato, ogni requisito di leggibilità e indelebilità può essere soddisfatto

Il “Thermal Transfer Ribbon”, o nastro per il trasferimento termico, è costituito da un supporto in poliestere (liner) con un lato coperto da un velo di inchiostro a secco (1-1,5 g/mq), disponibile con pigmenti di vari colori e composizioni. Sul lato opposto, il liner è appositamente trattato (“back coating”) per scorrere sulla testina di stampa senza danneggiarla, cioè con basso attrito e senza generazione di cariche elettrostatiche.

L’uso di nastro di buona qualità è quindi determinante sia per la resa grafica, sia per il contenimento dei costi di esercizio

Esistono due tipologie di nastri a trasferimento termico, in funzione della tecnologia di stampa: “flat” o “near-edge” (dalla posizione della testina termica).

La tecnologia “flat”, utilizzata dai moduli di stampa per print apply (es: Sato e Zebra),  garantisce una maggior durata delle testine e consente l’impiego di nastri più economici.

Il ricorso alla tecnologia “near-edge” è indispensabile solo in caso di utilizzo dei codificatori con traslazione orizzontale della testina (es: Dataflex)

Arca Etichette S.p.A. - 20010 Marcallo (MI) ITALY - Via Edison, 119 - Tel. +39 02 97231.1 - Fax + 39 02 9761633 - P.IVA IT04875560155
Customer service contact
PRIVACY POLICY - COOKIE POLICY - LEGAL DISCLOSURE
© Copyright 2015 Arca Etichette S.p.A. managed by UnLead